Flebologia


I servizi e trattamenti di flebologia

Combattere i problemi di circolazione?

Le teleangectasie comunemente note come “capillari” sono dilatazioni delle piccole vene visibili sulla pelle e localizzate prevalentemente sulle cosce e sulle gambe nella faccia interna.

Il principale fattore che contribuisce alla comparsa di problemi della circolazione venosa è l’ereditarietà, aggravata dai diversi fattori esterni come la sedentarietà e le posizioni scorrette, le fluttuazioni di peso e l’obesità, i traumi agli arti inferiori e, nelle donne, le gravidanze e le variazioni ormonali come la menopausa, comprese le terapie ormonali e i contraccettivi orali.

FLEBOTERAPIA RIGENERATIVA TRIDIMENSIONALE AMBULATORIALE (T.R.A.P.)

Una nuova soluzione brevettata, il salicilato di sodio al 6 e al 10% in veicolo idroglicerico tamponato è in grado di “rigenerare” le vene superficiali e perforanti.

L’obbiettivo è di ottenere un risultato estetico e funzionale permanente, ovvero la scomparsa di tutte le vene e teleangectasie visibili e la scomparsa della pesantezza delle gambe.

La fleboterapia rigenerativa tridimensionale consiste nell’iniettare il bisclero in tutti i vasi visibili di ogni singola regione delle gambe. (capillari e vene tronculari e reticolari.)

Tramite queste vene la soluzione giunge a contatto con le vene perforanti incontinenti. I vasi dilatati a contatto con la soluzione si restringono e tornano continenti e anche le vene non particolarmente patologiche si rinforzano impedendo l’insorgenza di nuove ectasie venose.

Anche i capillari si restringono e in molti casi scompaiono alla vista già dalle prime sedute. In altri casi invece sarà necessario trattarli a fine trattamento, dopo avere rigenerato le vene nutrici dell’area riportando la pressione venosa nella norma. Il trattamento rigenerativo non è obliterativo e presenta scarse complicanze ed effetti collaterali.